Adottare un gatto: un gattino o un gatto adulto?

Un gatto adulto ha già una sua personalità sviluppata completamente, in questo modo saprete a che cosa state andando incontro. I gatti adulti generalmente si adattano bene alle nuove case e si affezionano ai nuovi padroni come i gattini. Inoltre i gatti adulti hanno molte meno probabilità di essere adottati perché molte persone vogliono adottare piccoli graziosi gattini.

Non corrisponde sempre al vero il fatto che l’adozione di un cucciolo sia un’impresa più facile rispetto a quella di un gatto adulto in quanto il cucciolo necessita di insegnamenti perché possa imparare le regole di convivenza. Chi adotta un cucciolo deve mettere in conto che il gattino sarà promotore di qualche disastro: sappiatelo!
Il gatto adulto, per contro, è generalmente più tranquillo e si abitua pure lui senza grosse difficoltà alla nuova casa impiegandoci forse un po’ più di tempo rispetto al micino.

I micini di poche settimane sono ovviamente irresistibili, ma l’adozione di un cucciolo richiede una disponibilità non indifferente di tempo ed energie da dedicargli. Il gattino va seguito e considerato nei suoi bisogni di sfogare energie, vitalità e giocosità, per sua natura ha bisogno di giocare e di socializzare. Spesso si va nei gattili e ci si lascia catturare dall’aspetto tenero e “batuffoloso” del cucciolo. Ma un’adozione dovrebbe essere più di questo: si tratta di scegliere un compagno con cui dividere parte della propria vita. Allora perché non valutare soprattutto le reali esigenze di vita, nostre e del gatto che accoglieremo?

L’adozione di un micio adulto è un’ottima scelta per chi ha particolari esigenze familiari o lavorative: un gattino è un vero e proprio “terremoto” da gestire e non necessariamente sarà così “educabile” come ci si aspetta! Il micino, così tenero a vedersi, è un concentrato di energie che si potranno sfogare su mobili, tende, letti, gambe umane, qualsiasi oggetto che possa suggerirgli un gioco. Un gatto adulto o anziano è invece generalmente più tranquillo e, a dispetto di quanto si pensi, ha ugualmente una grande capacità di adattamento. Si è portati a ragionare come se i gatti anziani fossero come gli uomini anziani: cioè spigolosi, già fissati nelle loro manie ed abitudini, poco propensi ad adattarsi. Non è così! Un micio anziano è un amico di cui prendersi cura che apprezzerà prima di ogni altra cosa il vostro affetto e le comodità della vostra casa, inserendosi nella vostra famiglia con discrezione.

Ogni gatto ha poi la sua personalità: ci sono gatti che amano solo poltrire e gatti che si sentono condannati alle pene dell’inferno per non avere accesso al giardino. Il carattere di un gatto adulto è già formato: non sottovalutate questo aspetto, è importante per una serena convivenza scegliere un micio “adatto” al vostro ambiente e alla vostra famiglia. Avete un appartamento senza giardino? Avete un balcone? Avete un grande giardino? Avete un monolocale? Avete una villa? Avete un vicino che suona la batteria a tutte le ore del giorno? Avete un bimbo piccolo? Conoscendo già il temperamento del gatto potrete certamente scegliere con più cognizione di causa, in base alla vostra situazione, garantendo una doppia felicità: la vostra e quella del nuovo inquilino.

Ovviamente è importante conoscere il più possibile il gatto, facendo diverse visite in gattile o alle associazioni prima dell’adozione e chiedendo informazioni sul micio agli operatori: vi racconteranno la sua storia, le sue difficoltà ed eventuali problemi. Chi si occupa dei mici li conosce e saprà consigliarvi al meglio. Un gatto adulto non è necessariamente “problematico”: ci sono micioni socievoli e fiduciosi che non aspettano altro che voi. Inoltre non si dovrebbe neppure temere, adottando un micio adulto, una sua mancanza di educazione: praticamente ogni gatto adulto sa usare la lettiera correttamente ed è consapevole di alcune norme “di base” (es. “non è bene graffiare le mani degli umani”).

Talvolta ci si fa scoraggiare, nel caso di gatti anziani, dal fatto che potrebbero avere davanti solo pochi anni di vita. In realtà questo dovrebbe essere un motivo in più per adottarli: non ha prezzo regalare loro amore, cure e coccole, dopo una vita difficile. Purtroppo alla morte dei nostri adorati animali si soffre sempre e molto: ma nella sofferenza, non diventa una minima consolazione pensare di aver salvato davvero la vita a un gatto che, senza di noi, avrebbe finito i suoi giorni in gattile?

I gatti adulti abbandonati (nei gattili, nei rifugi o in carico alle associazioni) osservano con tranquillità e un briciolo di rassegnazione la loro condizione, e quando arrivano visitatori, ciascuno a modo suo prova a farsi notare: chi fugge dalla stanza perché ha troppa paura dell’uomo, pur avendo voglia di una famiglia; chi si avvicina fiducioso con la coda dritta, felice di rubare anche solo una coccola fugace; chi, guardingo, resta a osservare da lontano, sperando di essere notato.

Scegliere di adottare un gatto adulto è un gesto in sé molto pregevole, perché stiamo regalando una seconda occasione a un animale che si è già sentito scartato e rifiutato almeno una volta. E il gatto, animale sensibile ed intelligente, lo sa e lo comprende. Un gatto adulto vi amerà diversamente dal gattino di poche settimane: si affezionerà a voi con quella riconoscenza speciale di chi ha sofferto ed è stato salvato, proprio da voi. È qualcosa di unico, un legame speciale che si crea solo adottando un gatto adulto.

Aiutaci condividendo i nostri appelli e i nostri aggiornamenti sui social network:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *